21

progetto portfolio
| CASE STUDY |
Team credit:
A Stopdown Studio project, powered by Portale Sopravvivenza
Supported by Universofoto & Nanlite
Outfits : Nemen
Masks: Mira Safety
Backstage video: Fabio Réan
Fotografia
Post-produzione

21

“E’ il rumore dei miei stessi passi che più mi disturba; in questo austero silenzio, nel bianco o nell’ombra, è palese ormai, che io sia l’estraneo. Nella sacralità di un mondo in decadenza la mia natura mi spinge alla ricerca di un indefinito obiettivo. Forse pellegrinaggio, forse espiazione, forse semplicemente il mio posto in questo universo.”

Il progetto nasce da una pura esigenza comunicativa. Si sviluppa attorno al sapore di un futuro prossimo, dal gusto post-apocalittico, di desolazione, di ricerca, di angoscia e speranza.
Ma il nome ne svela il più profondo significato: 21 è il presente.

21

“E’ il rumore dei miei stessi passi che più mi disturba; in questo austero silenzio, nel bianco o nell’ombra, è palese ormai, che io sia l’estraneo. Nella sacralità di un mondo in decadenza la mia natura mi spinge alla ricerca di un indefinito obiettivo. Forse pellegrinaggio, forse espiazione, forse semplicemente il mio posto in questo universo.”

Il progetto nasce da una pura esigenza comunicativa. Si sviluppa attorno al sapore di un futuro prossimo, dal gusto post-apocalittico, di desolazione, di ricerca, di angoscia e speranza.
Ma il nome ne svela il più profondo significato: 21 è il presente.

CONDIVIDI IL PROGETTO